Cosa mangiare in Messico: piatti tipici di una cucina che non è solo tortillas

State organizzando un viaggio e volete sapere cosa mangiare in Messico? Scopriamo i piatti tipici di una cucina che vi sorprenderà.

Quando pensiamo alla cucina messicana la prima cosa che ci viene in mente sono i tantissimi locali sparsi in tutta italia e nel mondo che servono pietanze dai nomi spesso incomprensibili, condite con abbondanti salse piccanti o formaggio filante. Ma questa non è la vera cucina messicana. Questa è la cucina tex-mex, ovvero la rivisitazione americana della cucina messicana che ha trasformato piatti tipici in piatti da fast food spesso anche ipercalorici.  La vera cucina messicana è molto ma molto di più!

Il mio viaggio in Messico è stato piacevole non soltanto per le innumerevoli cose bellissime che ho visto, ma anche per la sua cucina molto variegata, con una profonda cultura alle spalle, ricca, variopinta e con tanti sapori. Una vera scoperta, assaggio dopo assaggio.

Innanzitutto ci tengo a sfatare un mito: la cucina messicana non è piccante.  Sì è vero, ci sono pietanze tipiche piuttosto piccanti, ma ce ne sono tantissime altre che non lo sono affatto, perché non è mica vero che i messicani amano cospargere di peperoncino tutto ciò che passa per il loro palato! Anche i messicani hanno gusti diversi!

Cosa mangiare in Messico: tortillas, nachos, quesadillas…


QuesadillaL’ingrediente fondamentale della cucina messicana è il mais, dalla cui farina si ricavano le famose tortillas. In Messico si dice che se una donna non è in grado di trasformare il mais in farina e lavorare le tortillas, allora non sarà mai in grado di trovare marito! Le tortillas sono praticamente la base di tutto. A seconda della forma che gli si dà e del condimento che gli si mette, cambiano nome: si chiamano burritos se sono ripiene e arrotolate; si chiamano quesadillas se sono fritte e farcite con formaggio;  si chiamano echiladas se sono condite con salsa chili; si chiamano nachos se sono tagliate a triangoli e fritte.

Cosa mangiare in Messico: le salse


GuacamoleUna delle cose che ho adorato sono le numerose salse che solitamente vengono fatte trovare a tavola da usare come antipasto o da aggiungere alle pietanze. La mia preferita è il guacamole, una salsa verde a base di avocado, lime, coriandolo, cipolla ed un pizzico di peperoncino.  La prima volta che l’ho assaggia ne sono rimasta estasiata e per tutto il viaggio non ho fatto altro che mangiarla. Tornando a casa ho provato a mangiarla nei locali che si spacciano per messicano ma non sono mai riusciti neppure lontanamente ad eguagliare il sapore autentico. Ho provato a rifarla a casa e devo dire che mi ci sono avvicinata parecchio. Ma sogno di tornare in Messico per poterla assaggiare di nuovo.

Refried Black Beans (Frijoles Refritos Negros)Il frijoles refrito invece è una salsa a base di fagioli scuri dall’aspetto forse poco accattivante ma dal sapore molto interessante che si sposa con moltissime pietanze.

Vi consiglio invece  di affrontare con moderazione e consapevolezza il pico del gallo, il cui aspetto somiglia molto al classico, fresco ed innocuo condimento per bruschette.  In realtà è un condimento il cui grado di piccantezza può mettere seriamente alla prova anche i palati più smaliziati! Soprattutto se lo assaggiate inconsapevoli di cosa vi aspetta.

Cosa mangiare in Messico: il pesce


lobster-saladDal momento che il Messico si affaccia sul mare, non è poi così difficile trovare e mangiare pesce fresco. Se vi piacciono le aragoste allora qui potrete mangiarne a volontà e a prezzi veramente bassi rispetto agli standard a cui siamo abituati.

Nel golfo del Messico sono molto famosi sia i gamberi, specialità proprio tipica del luogo, sia il pampano, un pesce atlantico molto simile alla lampuga. Un piatto tipico e piuttosto saporito  è proprio il pampano ripieno di gamberetti e salsa speziata: una delizia da leccarsi i baffi.

Cosa mangiare in Messico: il caffé Maya


E quale è il modo migliore per concludere un pasto se non con un caffé? Si ma non un semplice caffé, ma con un Caffé Maya, che ho visto servire al ristorante Pancho’s, in pieno centro a Merida. Viene preparato in maniera molto coreografica ed essendo aromatizzato con alcool viene versato nei bicchieri con una spettacolare cascata di fuoco che mi ha lasciata senza parole. Vale la pena ordinarlo solo per vederlo preparare con tanta maestria.

Informazioni su Giusy 76 Articoli
Nata e cresciuta a Palermo, appassionata di viaggi, fotografia e della sua terra di origine, ovvero la Sicilia. Sogna di visitare New York ed il Giappone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.