Le più belle spiagge del sud-ovest della Sardegna

Le più belle spiagge della Sardegna

Quali sono le più belle spiagge della Sardegna? Difficile riuscire ad elencarle tutte, perché ce ne sono davvero tantissime, una più bella dell’altra. In questo mini itinerario vi illustro quelle che secondo me sono le più belle della costa sud-occidentale.

Sono stata in Sardegna diverse volte ed in periodi differenti della mia vita, ho avuto la possibilità sia di visitare molte delle sue località balneari più famose e rinomate, sia di godere della straordinaria ospitalità del popolo sardo, ma la zona che mi è rimasta nel cuore, quella che mi ha colpita di più, quella dove ritornerei molto volentieri, è la costa sud-occidentale. Con le sue immense spiagge di sabbia non sempre così affollate, il mare trasparente e dai meravigliosi colori, ottimo cibo e prezzi ancora abbordabili, è la zona che prediligo, più selvaggia, più autentica, più Sardegna.
Il mio più grande rammarico è quello di non essere mai riuscita a fare delle foto soddisfacenti e che rendano giustizia alla realtà, vuoi perché non avevo un’attrezzatura fotografica performante, vuoi perché la foschia di caldo estivo falsa un po’ i colori, vuoi perché quando sei lì certe cose è meglio viverle che condividerle. In effetti dovrei tornare per rimediare a questa mia pecca!
Quella che vi propongo non è né una classifica né una guida al 100%, ma solo un itinerario consigliato, da fare anche in 7 giorni, che consente di vedere molte bellissime località e fare il bagno tra acque incantevoli.

Le più belle spiagge della Sardegna: Villasimius


Le più belle spiagge della Sardegna: Villasimius
Foto by Pixabay

Voglio iniziare questo mio tour virtuale alla scoperta delle più belle spiagge della Sardegna con una delle località più famose e visitate dell’isola, ovvero Villasimius, nella punta sud-orientale della costa. Ricordo questa spiaggia lunghissima, affollata ma molto vivibile, lingue di sabbia, mare strepitosmente limpido che ti circonda e la sensazione di trovarti all’interno di una cartolina. Insomma un luogo dove andare assolutamente. Tra le tante spiagge presenti in questa localitù quella che mi ha colpita di più è la Spiaggia del Riso, poco affollata, e così chiamata perché la sabbia è formata da piccoli e levigati sassolini di granito, assai simili appunto a dei chicchi di riso. Una vera perla!

Le più belle spiagge della Sardegna: Santa Margherita di Pula


Santa Margherita di PulaQuando penso a Santa Margherita di Pula l’immagine che mi si rappresenta davanti è quella di un’immensa ed incontaminata piscina naturale. Anche in questo caso spiaggia immensa, affollata ma molto vivibile, alla quale si accede attraversando una grande pineta dove tra l’altro è possibile parcheggiare l’auto. È la classica spiaggia dove sdraiarsi con un buon libro in mano a godersi l’atmosfera rilassante ed il panorama.

Le più belle spiagge della Sardegna: Cala Cipolla (Chia)


Cala Cipolla Chia

Poco lontana da Santa Margherita di Pula si trova Chia, frazione di Domus De Maria, caratterizzata da numerose e bellissime spiagge. Tra queste vi segnalo Cala Cipolla, una piccola caletta raggiungibile a piedi dopo avere parcheggiato l’auto nelle vicinanze, totalmente immersa nel verde, incastonata tra le colline e molto frequentata da famiglie con bambini. Posto davvero incantevole, piuttosto affollato soprattutto nelle ore centrali della giornata. Il mare è bellissimo, ma questo lo davo già per scontato. Consiglio di fare una passeggiata tra i sentieri attorno per ammirare il paesaggio dall’alto.

Le più belle spiagge della Sardegna: Tuerredda


TuerreddaPoco dopo Chia si trova un’altra delle spiagge dai connotati paradisiaci che caratterizzano la Sardegna, ovvero La Tuerredda. Io ci sono stata di domenica e l’ho trovata affollatissima, ma credo che anche durante gli altri giorni estivi la situazione sia abbastanza simile. Una vista dall’alto, dalla stradina che porta giù fino alla spiaggia, dà l’idea di questo posto, caratterizzato da acque color smeraldo, insenature, promontori, barche che hanno la fortuna di fare il bagno al largo e un’isoletta facilmente raggiungibile a nuoto. Le acque  poco profonde e la presenza di qualche lido la rendono adatta a famiglie con bambini.

Le più belle spiagge della Sardegna: Porto Pino


Porto PinoLa spiaggia di Porto Pino è probabilmente quella che mi è rimasta più impressa! Non avevo mai visto la sabbia bianca come la farina, talmente bianca che ha seriamente messo in difficoltà l’esposimetro della mia reflex. Porto Pino è un luogo incredibile: la spiaggia è grandissima e lunghissima, formata da alte dune che ti proiettano verso ben altri scenari e rendono l’atmosfera a tratti surreale. Per arrivare alla spiaggia occorre attraversare una piccola laguna tutta pianeggiante ed abitata da uccelli migratori. In spiaggia ci sono sia chioschetti che ristoranti.

Le più belle spiagge della Sardegna: Masua


Pan di ZuccheroLungo la costa iglesiente si trovano molte interessanti e bellissime spiagge, tra imponenti e suggestivi scogli ed antiche miniere oramai in disuso. Tra queste segnalo la  spiaggia di Masua, una piccola conca caratterizzata da fine sabbia chiara e mare cristallino. A rendere più suggestiva la spiaggia la presenza del famoso scoglio Pan di Zucchero (da non confondere con l’omonimo scoglio che si trova in Brasile), una roccia calcarea alta mt. 133. Da non perdere i bellissimi tramonti che si possono ammirare lungo questo tratto di costa.

Le più belle spiagge della Sardegna: Scivu


Scivu

Sulla costa occidentale, a metà strada tra Carbonia ed Oristano, all’interno del territorio di Arbus, si trova la spiaggia di Scivu, un vero e proprio gioiello incontaminato. Premetto che la nostra meta era un’altra, ovvero la vicina e più blasonata Piscinas, ma abbiamo sbagliato strada e non ce la siamo sentita di tornare indietro. Arrivare a Scivu non è semplicissimo: occorre percorrere la strada statale che è tutta in salita tra sentieri collinari, e poi discendere a valle su una strada non sempre asfaltatissima ma molto panoramica, che ti dà l’idea di esserti completamente perso in mezzo al nulla! In realtà non è così perché una volta arrivati alla fine della strada e dopo avere lasciato l’auto al parcheggio, si attraversano le alte dune di sabbia e  ci si affaccia su un luogo incantevole. La spiaggia è quasi deserta, c’è pochissima gente e ci si può concedere il lusso di sdraiarsi nel più totale silenzio in pieno agosto. Il mare è limpidissime, nonostante le alte e coreografiche onde, il relax è garantito. La cosa che mi ha stupita è che anche qui, in mezzo al deserto, ho trovato un chioschetto dove potere mangiare panini e gelato. Viva la Sardegna!

Informazioni su Giusy 65 Articoli
Nata e cresciuta a Palermo, appassionata di viaggi, fotografia e della sua terra di origine, ovvero la Sicilia. Sogna di visitare New York ed il Giappone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.